REDDITANZA

Il reddito di cittadinanza raccontato dai giornali e percepito dai cittadini

maggiori info

Il reddito di cittadinanza proposto dal Movimento 5 Stelle è un tema ormai entrato a pieno titolo nel dibattito pubblico e al centro della scena politica. Ma quanto ne sanno davvero i cittadini? E cosa ne pensano? A chi lo concederebbero e a quali condizioni? Come vorrebbero fosse il loro reddito di cittadinanza? La prima ricerca in Italia che, attraverso il confronto tra l’analisi di due anni e mezzo di articoli giornalistici sul tema e un sondaggio rivolto ai cittadini, studia le “relazioni pericolose” tra il giornalismo, la politica e la formazione dell’opinione pubblica.

DIECI ANNI DI ORDINE PUBBLICO

Focus sulle manifestazioni politiche-sindacali-sportive

maggiori info

La sfiducia nei confronti delle Istituzioni, nonché la perdita di autorevolezza da parte della classe politica, hanno risvegliato il desiderio di auto-espressione improntato sulla difesa dei diritti personali, dando forma ad una visione privata dell’economia e della società, che spinge i cittadini a prendere sempre più le distanze dalle Istituzioni e a mobilitarsi quotidianamente in azioni di protesta. Le manifestazioni di piazza, d’altra parte, non sono più soltanto quelle “tradizionali”, alle quali ci hanno abituati i sindacati o i movimenti organizzati. Basti pensare alle numerose manifestazioni che nascono sul web, sui social network, in cui la tradizionale macchina organizzativa lascia il posto a variabili imprevedibili in termini non solo quantitativi, ma anche qualitativi. Tutto ciò richiede una riflessione e una analisi dei moderni codici comunicativi che hanno contribuito a modificare le tradizionali modalità organizzative delle manifestazioni. Ciò che si offre al lettore in questo volume è un’analisi socio-statistica che traccia il bilancio degli ultimi 10 anni di ordine pubblico, attraverso i dati sulle principali tipologie di manifestazioni di piazza che hanno avuto luogo nel nostro Paese, da quelle politiche a quelle sindacali, da quelle studentesche a quelle sul tema immigrazione, da quelle ambientaliste a quelle sportive e a quelle di altra natura. La prima raccolta sistemica, che aiuterà il lettore ad interpretare un fenomeno complesso e che farà riflettere sulla missione quotidianamente affidata alle Forze di Polizia, di tenuta del ponte tra la società e le Istituzioni, un ponte sul quale transitano tutte le più scottanti emergenze sociali, culturali ed economiche del Paese.

C’ERA UNA VOLTA L’ULTRÀ

maggiori info

Una ricerca di natura sociologica che ha avuto come obiettivo quello di verificare e prendere atto della significativa trasformazione che negli ultimi anni ha interessato il mondo della tifoseria. Quest’ultima è infatti cambiata nella struttura, nell’organizzazione e nelle modalità di inneggiare alla propria squadra del cuore. L’indagine, promossa e coordinata dall’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive e realizzata con il contributo scientifico di Link Campus University, con il supporto della Federazione Italiana Giuoco Calcio e delle Leghe Calcio Professionistiche, ha visto la partecipazione di circa 2.500 tifosi intervistati. Molteplici le aree di indagine che hanno restituito dati preziosi sulla partecipazione dei tifosi agli incontri calcistici in termini di frequenza e abitudini, sull’immagine degli stadi oggi prevalente, sulle modalità con cui i tifosi seguono in trasferta la propria squadra, sulla conoscenza della normativa: tutti elementi che contribuiscono a ridisegnare l’immagine dell’ultrà e delle tifoserie.

IL CICLISMO TRA PERCEZIONE E COMUNICAZIONE

1° Rapporto Nazionale sul Ciclismo

maggiori info

Un’analisi sociologica del mondo del ciclismo attraverso le voci dei suoi appassionati e le testimonianze dirette di autorevoli opinion leader. Una ricerca che analizza l’immaginario collettivo connesso allo sport del ciclismo e al mondo della bicicletta, la percezione oggi prevalente, le sensazioni e i valori che questo sport ha impresso nella mente, nella memoria e nei cuori di tifosi e spettatori.

I risultati dello studio all’interno del 1° Rapporto di ricerca nazionale Il ciclismo tra percezione e comunicazione, un importante e originale lavoro di ricerca realizzato da Link LAB in collaborazione con la Federazione Ciclistica Italia, la Lega Ciclismo Professionistico e Rcs-«La Gazzetta dello Sport». Un’indagine sul campo, i cui docenti e ricercatori, immergendosi nello spettacolo del 96° Giro d’Italia e respirando l’atmosfera magica della grande festa rosa, hanno intervistato oltre 1.000 spettatori durante le tappe del Giro.

GENERAZIONE PROTEO

Giovani e politica: opinione, impegno e aspettative

maggiori info

La ricerca realizzata da Link LAB ha coinvolto oltre 1.000 ragazzi, iscritti agli ultimi anni delle scuole secondarie di secondo grado e ha inteso ricostruire il profilo delle nuove generazioni alla luce del rapporto con la politica, della fiducia nei confronti delle Istituzioni, dell’impegno civile e sociale, delle aspettative universitarie e professionali, delle paure e speranze per il futuro. La ricerca ha restituito dati unici e interessanti sulla partecipazione dei giovani alla vita politica e sociale del Paese, con riferimento a tutte le dimensioni che la compongono, da quelle tradizionali a quelle più recenti: dalle manifestazioni alle discussioni su blog e social network, dall’impegno concreto nelle associazioni ai flashmob di protesta. Giudizi e fiducia nelle Istituzioni hanno rappresentato il termometro per misurare la credibilità del sistema politico agli occhi dei giovani; la riconoscibilità di partiti, sindacati e personaggi del mondo politico il metro per stimarne l’effettiva distanza. A fare da sfondo, i desideri e le aspettative, di vita e lavorative, nonché le ansie e le paure per il futuro. Si tratta di un nuovo e stimolante quadro, quello descritto dalla ricerca, all’interno del quale viene ridisegnato il rapporto dei giovani con la politica, offrendo spunti di riflessione e azione soprattutto per la classe politica.

IL FABBISOGNO NEL TERRITORIO DELL’AGRO ROMANO

Un’analisi sociologica

maggiori info

Il territorio dell’Agro Romano, vasta zona rurale di difficile perimetrazione che circonda Roma, ha subito negli ultimi cento anni cambiamenti epocali che ne hanno ridefinito contorni e attività. Il cambiamento della campagna romana, analizzato alla luce delle nuove forme di produttività e della ruralità, così come dei problemi ecologici e ambientali che hanno influito sulla fertilità del suolo, rappresenta il punto di partenza del lavoro qui presentato, che si sostanzia in un’indagine socio-economica realizzata dalla Link Campus University. La ricerca si struttura in due sezioni. La prima ha visto il coinvolgimento di circa 1.000 cittadini intervistati e residenti nelle aree di indagine, con lo scopo di analizzarne le caratteristiche sociali, la conoscenza del territorio e della produzione tipica, nonché l’opinione su possibili azioni di valorizzazione del territorio. La seconda sezione vede invece coinvolti circa 200 imprenditori agricoli, chiamati a rispondere sugli elementi di difficoltà e criticità delle aziende che operano nel settore, sui servizi attualmente offerti da Roma Capitale e sugli interventi auspicabili. Tale studio ha dunque inteso individuare e delineare un efficace strumento di analisi territoriale, capace di fornire un ausilio nella definizione delle politiche di governo dei territori peri-urbani, al fine di valorizzare e tutelare il territorio Agro Romano come elemento strategico del sistema integrato città-campagna.

IL TERRORE CHE VOLEVA FARSI STATO

Storie sull’Isis

maggiori info

Sul cosiddetto “Stato Islamico” è stato detto e scritto moltissimo; libri e articoli sull’argomento sono così numerosi che sembrerebbe impossibile dire qualcosa di nuovo. Gli autori di questo libro, però, la pensano diversamente. La nuova realtà geopolitica che si richiama all’antico Califfato islamico, infatti, è ancora, sotto molti aspetti, un processo in fieri che non smette di offrire nuovi spunti di analisi. Ne conosciamo le origini, ne conosciamo gli orrori e le capacità mediatiche. Ma che cosa è, davvero, l’Isis? È uno Stato come lo intendiamo in Occidente? O potrebbe diventarlo? È davvero così lontano da “noi” negli aspetti politici, ideologici e filosofici, o lo è meno di quanto pensiamo? Qual è, o quale potrebbe essere, il suo peso nella gestione delle risorse regionali? E chi sono gli uomini e le donne, anche occidentali, che accettano la sua visione del mondo e lasciano i propri paesi d’origine per combattere al fianco del Califfo Al-Baghdadi? È a queste domande, fra le altre, che gli autori intendono rispondere, ciascuno nell’ambito del proprio settore. Un libro che senza dimenticare il rigore della ricerca scientifica, si rivolge a tutti coloro che desiderano approfondire la conoscenza di un fenomeno che ci spaventa ma che, ormai, fa parte della nostra realtà.

Share This